Piccoli limoni gialli di Kajsa Ingemarsson

20130325-182853.jpg

Piccoli limoni gialli

di Kajsa Ingemarsson

(Collana Oscar – Mondadori)


La trama

Nel giro di poche ore Agnes vede il suo mondo andare in pezzi: il suo capo tenta goffamente di molestarla e, vistosi respinto, la licenzia. Rientrando a casa frustrata e amareggiata viene accolta, anziché dall’abbraccio consolatorio del fidanzato, dalla notizia che lui ha deciso di lasciarla. E un’altra brutta sorpresa è in arrivo dai genitori… Ce n’è di che chiudersi in casa a compiangersi. E invece Agnes non vuole darsi per vinta e, superato l’iniziale sconforto, cerca di riprendere in mano la propria vita accettando la proposta di un amico: aprire insieme un piccolo ristorante che profonda nell’inverno svedese profumi e sapori del Mediterraneo e di quei Piccoli limoni gialli che diventeranno la loro insegna. I due investono tutte le loro energie e i risparmi nella nuova avventura… Ma sarà la scelta giusta? Riuscirà Agnes a riscattarsi e magari a ritrovare l’amore?


La mia recensione

La prima sensazione che ho avuto tenendo tra le mani questo libro è stata di nostalgia per l’estate! Sarà per la copertina che cattura subito l’attenzione con il giallo dei limoni, sarà per la trama che “profuma” di agrumi ma la percezione è stata proprio questa. La protagonista del romanzo è Agnes una ragazza che lavora in uno dei locali più alla moda di Stoccolma. Già il libro non è ambientato in un caldissimo ed assolato paesino del Mediterraneo, bensì nella gelida Svezia. Agnes deve purtroppo avere a che fare con un capo invadente e fastidioso che la porterà ad abbandonare questo lavoro sicuro e remunerativo per affidarsi al destino. Nonostante le delusioni avute Agnes non si perde d’animo ed inizia a cercare un nuovo lavoro. Ma la situazione economica non è delle migliori e trovare un lavoro è davvero un’impresa. Come un angelo caduto dal cielo compare lui, Kalle, un suo ex collega in procinto di aprire un nuovo ristorante tutto suo. Coinvolta dall’entusiasmo contagioso di Kalle, Agnes accetta di andare a lavorare per lui e decide di intraprendere questa nuova avventura, dedicandosi anima e corpo a questo nuovo progetto che le darà uno stipendio certo, ma anche tanta energia per ripartire con il piede giusto. Le aspettative sono tante, così come il denaro investito in questa nuova attività. Non sarà facile per Kalle e la sua brigata riuscire ad ingranare la marcia giusta per far decollare il “Piccoli limoni gialli”. Già il ristorante si chiama proprio così. Un nome semplice, che ricorda i profumi buoni, quelli di casa. E sarà proprio grazie alla genuinità dei prodotti e dei dipendenti che il ristorante riuscirà a poco a poco a crearsi una propria clientela. Tutta sembra prendere il verso giusto, ma Agnes riuscirà a trovare l’amore dopo mille delusioni e i tradimenti?

La trama del libro è molto semplice, ma questa scrittrice svedese, Kajsa Ingemarsson (che personalmente non conoscevo, ma che in Svezia è autrice di bestseller con oltre un milione di lettori) ha saputo miscelare i giusti ingredienti per creare un romanzo avvolgente, che racconta, con umorismo, scorci di vita quotidiana. Si tratta di un libro che mette in risalto i sapori, i profumi ed i colori dell’ Italia. L’autrice mette in risalto l’arte della buona cucina, quella fatta di cose semplice, genuine, fatte in casa; in contrapposizione con i cibi “spazzatura” preconfezionati. In questo l’Italia è certamente al primo posto: qui da noi si esaltano ancora i gusti veri, come quello del ragù fatto in casa dalla mamma o dalla nonna. Il ristorante “Piccoli limoni gialli” infatti si propone di servire solo piatti sani, di ottimo livello. La protagonista del libro, Agnes, proprio grazie alla sua famiglia, riesce ad apprezzare la buona cucina (perfezionando a poco a poco anche le sue doti culinarie).

Questo libro è acquistabile su Amazon: prezzo  6.18 €

Lasciandovi questo libro “profumato” di estate (quando in realtà qui fa ancora un gran freddo! …ma siamo fiduciosi!) colgo l’occasione per augurare a tutti voi una serena Pasqua fatta di tavole imbandite di ottimo cibo tipico e tanta serenità!

© L’angolino di Ale – Riproduzione riservataAlessandra - L'angolino di Ale (black)

Annunci

2 pensieri su “Piccoli limoni gialli di Kajsa Ingemarsson

  1. Ciao Ale,
    ti ho ringraziata sul mio blog e ora ti ringrazio qua, va bene fatto così?
    è la mia prima volta non so se ho eseguito tutto alla perfezione…
    grazie ancora e buona serata!

Lasciami un tuo commento

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...