Un Kobo nell’angolino: my 1° eReading experience

Buongiorno amici,

oggi non parliamo di anteprime o recensioni bensì di eReader: ovvero quegli “aggeggi” che ormai da qualche anno stanno spopolando tra i lettori e che, a quanto pare, agevolano la vita di chi, come noi, divora grandi quantità di pagine!

Grazie a Mondadori (distributore ufficiale in Italia dei prodotti Kobo) ho avuto la possibilità di testare per 15 giorni uno dei modelli Kobo di eBook Reader: il Kobo Glo.

Premetto che, in quanto amante dei libri cartacei, ho sempre rimandato volontariamente l’acquisto di un eReader. Amo profondamente il contatto fisico con il libro, sfogliare pagine “vere” e sentire il peso del volume di pagine tra le mani. Ma dato che i tempi corrono e chi si ferma è perduto, ho voluto testare in prima persona la lettura in digitale. Oggi voglio quindi raccontarvi il mio primo approccio con un dispositivo eReading.

20130921-220744.jpg

Kobo Glo: lettura senza riflessi anche in pieno sole

Kobo Glo è piccolo e maneggevole, pesa pochissimo e questo aiuta certamente chi, come me, legge tanto. I suoi 185 grammi non si sentono proprio, anche per chi legge a letto o sul divano in posizioni che potrebbero diventare scomode con un tomo di 300/400 pagine. Ci sono solo due tasti “fisici”: uno per l’accensione/spegnimento e l’altro per accendere/spegnere la luce incorporata. Tutto il resto viene fatto tramite lo schermo touch (con tecnologia e-Ink) che è antiriflesso (quindi permette la lettura anche in pieno sole) ed è leggermente “ruvido” per riprodurre la sensazione del contatto con la carta.

https://i1.wp.com/m2.paperblog.com/i/197/1976804/un-kobo-nellangolino-my-1-ereading-experience-L-nXq7kI.jpeg

Ho trovato utilissima la luce integrata (tecnologia ComfortLight) che crea una luce soffusa e permette di leggere senza problemi anche al buio. Questa luce, a differenza dei tablet che hanno la retroilluminazione, proviene dai LED posti sulla base inferiore del dispositivo. Tale luce è regolabile, non da alcun fastidio durante la lettura e non affatica la vista.

Comodissima la possibilità di scegliere tra 7 tipi di font e ben 24 dimensioni per ingrandire e diminuire il carattere in base alle nostre esigenze di lettura (anche margini, spaziature e spessore delle lettere sono personalizzabili). Io, ad esempio, soprattutto la sera, preferisco leggere con un carattere abbastanza grande per non affaticare gli occhi già stanchi da una giornata trascorsa al pc.

https://i1.wp.com/m2.paperblog.com/i/197/1976804/un-kobo-nellangolino-my-1-ereading-experience-L-Wng41N.jpeg

Kobo Glo è rivestito con un materiale antiscivolo e quindi risulta davvero molto maneggevole e piacevole da tenere in mano anche per lungo tempo. Ho apprezzato anche la cornice bianca del dispositivo che, a mio avviso, rende meno “pesante” la lettura rispetto alla cornice nera (ma questo credo sia proprio un vezzo strettamente personale).

La batteria dura tantissimo (nei miei 15 giorni di prova l’ho caricato solo una volta ed ha ancora oltre metà batteria carica). Questo rende l’eReader molto utile in viaggio e in tutte quelle situazioni nelle quali non si ha la possibilità di ricaricare la batteria. Tra l’altro Kobo Glo si connette alla rete tramite Wi-fi in questo modo è possibile scaricare libri ovunque sia disponibile una connessione di questo tipo. Kobo, rispetto ad altri dispositivi (come ad esempio Kindle) ha uno standard aperto, quindi non ha vincoli in merito ai formati scaricabili.

Molto simpatica anche la possibilità di avere una Reading life ovvero una lista di statistiche di lettura attraverso le quali si possono raggiungere traguardi con l’assegnazione di premi virtuali che incentivano la lettura (ad esempio: il premio “lettore infaticabile” per chi legge molte ore di seguito). Inoltre è possibile condividere direttamente su Facebook frasi o citazioni tratte dal libro che stiamo leggendo.

Quando il dispositivo è in standby o è spento, sullo schermo compare la copertina dell’ebook in lettura, quindi è proprio come avere sul comodino il libro che si sta leggendo.

La gamma di dispositivi Kobo è molto ampia: si va dal mini Kobo ai tablet super accessoriati.  Tutti gli utenti Kobo hanno accesso ad un bookstore con oltre 4 milioni di titoli (niente male, no?)

Potete trovare tutte le informazioni necessarie e le schede tecniche di Kobo Glo (e di tutti gli altri modelli) sul sito KOBO oppure sul sito inMONDADORI.

Cosa ne pensate? Avete già un eReader? Qual è la vostra esperienza con la lettura in digitale? Io devo dire che l’ho trovato molto comodo e sicuramente comprerò un eBook Reader. Ci sono modelli di eReader che volete consigliarmi? Avete già provato Kobo? Oppure altri dispositivi simili?

Attendo con ansia le vostre impressioni e suggerimenti!!

Annunci

41 pensieri su “Un Kobo nell’angolino: my 1° eReading experience

  1. Mi sento talmente antiquata! Quando mi sfiora il pensiero di acquistare un ereader, mi sale dentro un senso di vuoto che respingo l’idea: ancora per un po’ proseguirò con i libri cartacei…
    Vedremo de i miei figli vorranno fare il grande passo!

  2. Ho visto Kobo ovunque, ma l’ho preso tra le mani un paio di mesi fa quando la Mediaworld vicino casa ne ha comprati alcuni pezzi. Tre mesi fa, invece ho provato con i miei occhi la comodità del e-Ink che simula davvero bene l’inchiostro reale. Però non so cosa farò in futuro per il momento: leggo già testi digitali su computer e smartphone ma faccio fatica 😕
    Mi parleresti del pagamento degli e-books? Ci sono e-Reader con carta sim?

    • Per leggere in digitale non c’è paragone tra un Kobo ed un tablet/smartphone/computer: negli eReader la luce è correttamente modulata e direzionata in modo da non affaticare la vista e sono sicuramente più maneggevoli. Per l’acquisto degli eBook è sufficiente collegarsi ad una libreria on line ed acquistare libri con carta di credito. In realtà ci sono anche un sacco di eBook gratuiti o assaggi di lettura gratuiti messi a disposizione dalle varie case editrici. Molti eReader hanno anche il 3G incorporato (io ad esempio attualmente non ho la rete wi-fi a casa quindi se dovessi comprare un eReader senza 3G dovrei scaricare i libri sul pc e trasferirli poi al Kobo tramite USB….un po’ macchinoso…devo ancora ragionare bene sul da farsi!)

  3. Io uso l’Ipad per leggere gli ebook… non è leggero come il kobo ma mi permette di far altre cose oltre a leggere… ero molto scettica sulle letture digitali, ma da quando ho iniziato posso solo promuoverli… sono dell’idea che carta e digitale possano convivere, quindi ereader promossi! 🙂

  4. Ho comprato tempo fa un Kindle. Nonostante all’inizio fossi titubante (amavo e amo ancora oggi il cartaceo!) non mi pento di averlo comprato e in particolare di aver scelto il Kindle. Mi trovo molto bene!
    Per quanto riguarda il Kobo, purtroppo non so davvero nulla, ma ho delle amiche che si trovano bene anche con quello. Abbiamo davvero l’imbarazzo della scelta!

  5. Anch’io ho sempre diffidato dai dispositivi elettronici, perché il piacere della lettura comprendere anche il toccare e sfogliare il libro, sentire l’odore della carta, vedere avanzare il segnalibro… Eppure, negli ultimi mesi, mi sono data anch’io all’e-Reader, per il semplice fatto che mi è stato regalato.
    Io ho il Kindle e devo dire che ho imparato ad apprezzarlo: è leggero, comodo e conveniente. Ho comprato numerosi e-books a pochissimo prezzo o anche gratuitamente! Inoltre, quando non ho molte aspettative su un libro, ma sono leggermente curiosa, con il kindle posso rischiare senza pensarci due volte.
    Ho accettato, quindi, il cambiamento, senza per questo rinunciare all’acquisto dei libri cartacei.

  6. Gli e-reader vincono assolutamente; da pendolare quale sono le mie spalle ne hanno piacevolmente risentito del mio acquisto, un kindle semplicissimo, il più semplice in vendita che a mio parere ha un costo veramente molto abbordabile soprattutto per chi come me era molto in dubbio all’acquisto perché anche io sono sempre una da “oddio i miei libri e il loro profumo non posso abbandonarli”. L’unica vera differenza che mi manca è tenere il libro in mano mentre leggo e guardare le pagine che mi mancano ma ciò è possibile anche con il kindle che ti dice sia a che pagina sei, sia in che posizione sei (perché ovviamente la posizione della pagina formato kindle non è uguale a una pagina cartacea.. o meglio, una pagina cartacea non equivale a una pagina kindle, spero di essermi spiegata.)
    Io sono stata convinta dal fatto che in spiaggia moltissima gente leggeva con il suo e-reader senza problemi di nessun tipo, ero quasi più impacciata io a non voler la sabbia tra le pagine e le pagine che mi volavano in faccia a causa del vento ahah e poi esatto, il piacere di leggere sdraiata senza rischiare l’amputazione del braccio e formicolii vari? 🙂
    Poi è ovvio, quando un libro mi piace molto non esito a comprare la versione cartacea da inserire nella mia libreria: a questo non rinuncerò mai!

    • Ahahah! È vero…quante volte mi è preso un crampo al braccio o alla mano per il peso del romanzone di turno con il suo “peso piuma” di 600-700pagine! Per non parlare del peso nella borsa…anch’io da buona pendolare mi porto dietro tutti i giorni il mio bel libro (a volte anche due….sai mai che al ritorno ne finisci uno e poi rimani a metà viaggio senza lettura!!) Diciamo che con un eReader questo problema si risolverebbe in un attimo: migliaia di libri sempre a portata di mano, in pochissimo spazio e senza il problema di rovinare la copertina nella borsa! …ok, mi sto quasi convincendo! 🙂

  7. Qui riesco a risponderti come si deve. Anch’io ho spesso trattato questo argomento sul mio blog, perché ho notato che, purtroppo, i lettori si sono divisi in due fazioni: gli amanti della carta ad oltranza e coloro che, invece, hanno ceduto all’e-reader. Ti dico che una cosa non esclude assolutamente l’altra e, anzi, i due “mezzi” convivono pacificamente ed armoniosamente!
    Da novembre dello scorso anno sono in possesso di un Kobo Touch e l’unica cosa di cui mi pento amaramente è quella di non aver acquistato, stupidamente, sin da subito, la versione Glo. Credevo, da ignorante in materia, che l’illuminazione integrata fosse superflua e che fosse uno spreco di soldi spendere 30 euro in più quando avrei potuto tranquillamente supplire con una semplice lampada da lettura.
    Mi sbagliavo: niente è paragonabile all’integrazione luminosa dell’e-reader. Tanto che a giorni andrò a prendere il nuovo Kobo Aura che, rispetto al Glo, ha una memoria maggiorata, un sistema software più fluido e alcune innovazioni che non sto qui a spiegarti.
    Parlando della mia esperienza di lettura con e-reader, posso dirti che, nell’ultimo anno, ho letto più di quanto non facessi quando usufruivo solamente dei supporti cartacei. La carta è carta, e su questo c’è poco da dire! Ma i libri, purtroppo, costano tanto e, spesso, ci ritroviamo, noi assidui lettori, a spendere anche 20 euro per un libro che, poi, magari, si rivela un fiasco colossale. Lo stesso libro, in versione e-book, lo paghi un terzo. Su internet, inoltre, lo sappiamo tutti, è spesso possibile scaricare e-book gratuitamente!
    Inoltre, altro motivo che ti porta a leggere di più essendo in possesso di un e-reader, è il poterlo infilare in borsa e approfittare anche dei 5 minuti in cui aspetti l’autobus o della fila alla posta senza, per questo, avere sulle spalle il peso eccessivo dei cartacei.
    Io posso dirti che, ormai, in cartaceo, mi limito a comprare solo i libri dei miei autori preferiti; per il resto, mi affido al digitale. Se poi un libro che ho letto in e-book mi ha particolarmente colpito, allora cerco di acquistarne ugualmente la versione cartacea, magari aspettando quella più economica!
    Spero di esserti stata utile, fammi sapere cosa deciderai di fare! In ogni caso, mi sento di consigliarti l’acquisto del Kobo rispetto al Kindle, in quanto l’e-reader Amazon, nonostante la sua validità, fa comunque parte di un “mondo chiuso”: puoi leggere solo i suoi formati, mentre il Kobo ti dà più possibilità di spaziare!

    • Grazie Laura! Confermo che la luce integrata del Kobo Glo è davvero comodissima e devo dire che provandolo mi sono resa conto che poter portare le proprie letture in tasca è qualcosa di ultra-pratico (come giustamente mi confermi anche tu, leggere quella paginetta in sala d’attesa dal dottore oppure aspettando la metropolitana ti permette di leggere di più). Sono curiosa di sapere com’è il Kobo Aura! Se lo prendi fammi sapere! 😉

  8. A me piace avere libri cartacei che invadono la casa, ma essendo pendolare e cimentandomi di tanto in tanto in tomi voluminosi, il lettore di ebook è decisamente comodo. Io ho kindle e mi trovo bene! Indipendentemente dal supporto comunque…l’importante è leggere 🙂

    • …è vero l’importante è leggere, leggere, leggere!! 🙂
      Anch’io sono pendolare ed in effetti attualmente la mia borsa è sempre troppo pesante! (dovrei andare in giro con un trolley tutti i giorni! hihihi!) Effettivamente con un eReader sarebbe davvero tutta un’altra vita!

    • Anch’io adoro i libri cartacei, come dico sempre, mi danno sicurezza!
      Avendo provato per qualche giorno un eReader devo ammettere però che è mooolto comodo, soprattutto per chi viaggia tutti i giorni sui mezzi pubblici oppure durante le vacanze (per non riempire il bagaglio di libri cartacei, con un eReader puoi portare migliaia di libri in pochissimo spazio!).
      La cosa migliore sarebbe quella di leggere qualcosa in eBook ed il resto in cartaceo, credo sia un giusto compromesso! (io sto ancora ragionando sull’acquisto di un eReader) Bacini amica! A presto!

  9. Anch’io sono attratta dall’idea di comprare un eReader ma ormai c’è l’imabrazzo della scelta e ho un dubbio che mi costinge a rimandare l’acquisto da ormai quasi un anno: Kobo o Kindle? -_- Sicuramente sceglierò una versione Glo/Paperwhite perchè leggere la sera a letto è fondamentale e non posso permettermi di tenere luci accese se il mio compagno vuole dormire. Vedo che il Kobo supporta più formati, o sbaglio?

    • Esatto, idem per me! Sicuramente continuerò a leggere in cartaceo, ma un eReader ormai ci vuole (alcuni autori/case editrici pubblicano solo in digitale ormai). Anche’io sono in lotta tra Kobo e Kindle. Avendo provato il Kobo devo dire che è molto maneggevole e pratico e soprattutto non ti vincola a dover acquistare per forza su Amazon o solo in alcuni formati: avendo lo standard aperto supporta tutti i formati più diffusi di eBook.

      • Questo è sicuramente un punto a favore anche contano la libertà di acquisto su qualunque sito o piattaforma che sia. Es: se avessi la tessera Feltrinelli magari preferirei acquistare eBook sul loro sito per avere sconti/punti piuttosto che su Amazon. Il prezzo ho visto che è lo stesso tra Glo e Paperwhite (€ 129,00) e va beh ci penserò ancora… per Natale magari mi deciderò e mi farò (fare) uno dei due come regalo!

  10. Ho ricevuto in regalo il Kobo a Natale scorso, ma è la versione “base” senza retroilluminazione, nonostante ciò mi trovo stupendamente! Mi piace molto il fatto che ci si possano scaricare tantissimi ebook, alcuni dei quali più convenienti del cartaceo ( o addirittura gratuiti) e infinitamente più leggeri da portare con sè ;-.) Grazie Alessandra per il tuo passaggio sul mio blog e complimenti per il tuo bellissimo spazio. Un bacione ♥

  11. Io ho da qualche settimana il Kobo Mini, quindi quello base base e piccolo. Ero molto restia a comprare un ereder, perchè mi sembrava un po’ limitato, ci leggi e basta. Così all’inizio per leggere gli ebook (che comunque bisogna riconoscere sono più pratici da portarsi dietro e in alcuni casi più economici) usavo il tablet. Con il passaggio al Kobo ho notato una gran differenza, gli occhi mi si stancano molto meno ed essendo miope è una gran cosa non rovinarseli anche nella lettura. E’ proprio come leggere una pagina!

    • Io vorrei prendere il Glo perché ha lo schermo un po’ più grandino (dato che qua l’età avanza! hihihi!) Fra Kobo e tablet vince sicuramente Kobo 10 a zero! Ciao Eli! (ps. In questi giorni sto leggendo “Orgoglio e pregiudizio” e quando parla di Eliza mi vieni in mente tu! 🙂 )

  12. Navigando in internet mi sono ritrovata per caso nel tuo blog, l’ho trovato interessante dato che amo molto leggere…io è già da un po che sono passata alla lettura digitale, per comodità e spazio, premetto che anch’io adoro i libri cartacei, però ormai la mia libreria era satura…inoltre io leggo spesso fuori casa durante la pausa lavoro, al mare, ovunque mi trovo ad avere tempo, quindi ho trovato molto comodo l’ebook. ..io attualmente ho un Kobo Aura HD, mi trovo benissimo, posso leggere con qualunque tipodi luce..di notte, sotto il sole, in penombra. …vedi benissimo e non si affatica la vista. ..lo consiglio. ..

    Ciao
    Maria

    • Tutti gli appassionati di libri e lettura (digitale e non!) sono i benvenuti qui nel mio angolino! Quindi benvenuta Maria! Ho visto che Mondadori sta iniziando in questi giorni a distribuire un nuovo modello di Kobo Aura (forse è leggermente più avanzato rispetto al Kobo Glo che ho provato io e forse anche più veloce) andrò a vederlo in qualche negozio per capire se effettivamente è migliore rispetto al Glo. A presto!

  13. Ho iniziato a leggere ebook sul pc per puro caso ,l’esperienza mi è piaciuta anche perchè in casa non ho più un cm di posto per altri libri,ne ho dappertutto.
    Per cui sabato scorso dopo averci pensato su per un mesetto sono andata e ho preso un tablet
    da 9 pollici con internet integrato,posta elettronica e ricerca dei libri da scaricare,non sento per
    niente la nostalgia del cartaceo ,eppure per quasi 50 anni non ho letto altro.
    In definitiva sono a favore della lettura digitale anche se ero la prima a dire che mai avrei rinunciato alla carta!! 😉
    Mai dire mai!

  14. Ciao Ale! Ho il Kindle da 2 anni quasi.. mi è stato regalato. Non avrei mai preso iniziativa da sola 🙂 cartaceo per sempre, ma devo dire che non è per niente male! Ho trovato però un giusto compromesso con me stessa… romanzi e simili cartacei, libri in lingua, saggi e raccolte di aforismi su kindle. Che te ne pare? In questo modo però… le mie spese in termini “libreschi” particamente sono aumentate di un bel po’!!! 😦 ora non solo ho 50 libri cartacei nuovi da leggere, ma anche ebook nuovi ancora da toccare! Va bhè, è la dura vita dei lettori accaniti! 🙂
    In più, nuova modalità di lettura.. da quando ho kindle, leggo due libri in contemporanea. In questo momento sto leggendo “Che la festa cominci” di Ammaniti cartaceo e “Digital wars” su kindle. 🙂

Lasciami un tuo commento

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...