Vasco lettore. Sì, stupendo!

Vasco Vanity FairVasco. Ogni volta che ascolto una sua canzone (quelle belle, quelle giuste) ho i brividi. Tanti ricordi, tante emozioni, tutte racchiuse in una melodia.

Una vita la sua, probabilmente, sofferta ma piena. Questo è ciò che emerge dalla sua voce. Ed è questo che rende le sue canzoni così vere, così adattabili alla vita di ciascuno di noi. Oltre alle sue canzoni, ho sempre apprezzato la sua riservatezza, quell’estrema timidezza che porta un artista internazionale come lui, ad emozionarsi ancora durante le interviste. Non ama parlare di sé e non lo biasimo. Anch’io caratterialmente sono restia a parlare di me (o forse a parlare in generale. Sarà per questo che scrivo!).

Vivere e sperare di star meglio. Vivere e non essere mai contento. Vivere e restare sempre al vento a vivere. E sorridere dei guai, proprio come non hai fatto mai. E pensare che domani sarà sempre meglio” (Vivere –  album “Gli spari sopra” – 1993)

Pochi giorni fa ho scoperto, grazie alla rivista “Vanity Fair” (n.25/2014), un lato fino ad ora poco conosciuto di questo cantautore. Durante l’intervista gli è stato chiesto: «Che cosa non può mancare nel suo bagaglio?». La risposta di Vasco è stata questa:

«Le serie tv (…) ed i miei libri. Alla sera leggo romanzi. Adesso ho scoperto i libri di Baricco e li sto leggendo tutti. Alla mattina, invece, mi dedico alla filosofia. (…) Mi serve a tenere in allenamento la mente, meglio che fare le parole crociate. E poi, ho capito una cosa: i libri sono più sinceri delle persone»

Anche lui trova nei libri quello che, talvolta, le persone non riescono a darti. È bello sapere che anche lui è dedito alla lettura e che riesca a trovare qualche beneficio nell’aprire un buon libro.

Voglio trovare un senso a questa vita, anche se questa vita un senso non ce l’ha. Sai che cosa penso? Che se non ha un senso, domani arriverà lo stesso

(Un senso – album “Buoni o cattivi” – 2004)

Che sia proprio la lettura il segreto di Vasco? Chissà! Io voglio pensare che sia davvero così. In tal caso anche lui farebbe parte del mio angolino (ricco di buoni ed attenti lettori)! 🙂

Vorrei riascoltare con voi una delle sue canzoni (ne avrei tantissime da scegliere ma lo spazio è quello che è) quindi scelgo “Stupendo“. Buon Vasco a tutti!

Annunci

13 pensieri su “Vasco lettore. Sì, stupendo!

  1. Vasco è Vasco, amico e compagnodi tanti anni di avventure! Anche se alcune sue scelte non le ho condivise lo trovo una persona onesta oltre che a un grande cantante! Sono felice che anche lui legga!!!! Baci

  2. non credo Vasco passi le mattinate ad ingozzarsi di filosofia e nemmeno penso sia un divoratore di libri ma non importa, di lui mi ha colpito una cosa che forse in pochi conoscono, quando sono stato a Zocca (di passaggio) alcuni abitanti, parlando di lui, mi hanno detto che ancora oggi, quando può, partecipa alla cena paesana dei coscritti, amici di infanzia, siano essi contadini, muratori o laureati. Questo è molto bello e gli fa onore, gloria e ricchezza non lo hanno contaminato.

    TADS

    • Secondo me sì! Sembra una persona molto riflessiva e solitaria e sicuramente i libri aiutano in tali circostanze (soprattutto dopo i recenti problemi di salute che ha avuto, i quali lo hanno costretto a stare chiuso in clinica a lungo). Non sapevo di questo aneddoto relativo alle cene dei coscritti e ti ringrazio per averlo condiviso qui con noi: questo dimostra sicuramente una sua sincera umanità non contaminata dai soldi e dalla notorietà. Ciao Tads!

Lasciami un tuo commento

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...