Book spending review #3: “Il buio oltre la siepe” di Harper Lee

Buona domenica a tutti! Oggi voglio parlarvi di un libro davvero bello che dovete assolutamente leggere. L’ho inserito infatti nella rubrica “Book spending review” ovvero come ottimizzare i nostri risparmi acquistando i libri “giusti”.

Si tratta di un libro consigliato anche da Barack Obama contro ogni tipo di razzismo e discriminazione.

Poco tempo fa (il 18 luglio) si è celebrato il “Nelson Mandela International Day” ovvero una giornata di festa in onore di Nelson Mandela per ricordare al mondo l’importanza della lotta contro il razzismo e per la conquista della libertà di tutti i popoli.


Titolo :  Il buio oltre la siepe

Autore :   Harper Lee

Traduttore :  Amalia D’Agostino Schanzer

Casa Editrice :  Feltrinelli

Pagine :  290 – Prezzo :  8 €

( su Amazon: 6€)


La trama

In una cittadina del “profondo” Sud degli Stati Uniti l’onesto avvocato Atticus Finch è incaricato della difesa d’ufficio di un “negro” accusato di violenza carnale; riuscirà a dimostrarne l’innocenza, ma l’uomo sarà ugualmente condannato a morte. La vicenda, che è solo l’episodio centrale del romanzo, è raccontata dalla piccola Scout, la figlia di Atticus, un Huckleberry in gonnella, che scandalizza le signore con un linguaggio non proprio ortodosso, testimone e protagonista di fatti che nella loro atrocità e violenza non riescono mai a essere più grandi di lei. Nel suo raccontare lieve e veloce, ironico e pietoso, rivive il mondo dell’infanzia che è un po’ di tutti noi, con i suoi miti, le sue emozioni, le sue scoperte, in pagine di grande rigore stilistico e condotte con bravura eccezionale.


La mia recensione

Sono davvero pochi i libri che hanno la capacità di tenere il lettore incollato alle pagine e devo dire che “Il buio oltre la siepe” è proprio uno di questi. Ci si innamora immediatamente dei personaggi, soprattutto della protagonista, la piccola Scout, voce narrante del romanzo. Con il suo caratterino tutt’altro che semplice Scout riesce a raccontare gli eventi attraverso una straordinaria capacità di osservazione, frutto di un’intelligenza sopraffina. Il suo temperamento vivace la metterà spesso nei guai ma allo stesso tempo le permetterà di vedere “oltre”: oltre i pregiudizi, oltre le atrocità ed oltre quella siepe che pare sia invalicabile.

Scout, con il fratello maggiore Jem e l’amico Dill, ci trasportano in quella dimensione fanciullesca fatta di immaginazione, interminabili giochi estivi e di tante ed emozionanti scoperte. Uno mondo fantastico in cui tutto è nuovo e tutto va vissuto attraverso quel velo magico che crescendo tende a scomparire.

Il papà Atticus è un avvocato che attraverso mille difficoltà cerca di crescere i suoi figli infondendo loro il valore sacro dell’onestà e della legalità.  Atticus rappresenta infatti colui che fa luce, o meglio, colui che cerca di fare chiarezza dimostrando l’innocenza di un suo assistito: un nero condannato a morte per delle atrocità che, secondo la gente del villaggio, ha commesso.

«Avere coraggio significa sapere di essere sconfitti prima ancora di cominciare, e cominciare egualmente e arrivare sino in fondo, qualsiasi cosa succeda»

Atticus combatterà con coraggio fino alla fine, con tutte le sue forze, ma non per ottenere fama o denaro; al contrario affronterà mille pericoli solo per dimostrare ai suoi figli che è sempre necessario andare a fondo delle questioni, anche se l’opinione comune è influenzata da voci spesso malvagie e cariche di stupidi pregiudizi. L’intento di Atticus è proprio quello di sradicare l’errata opinione che vede i neri condannati ad essere discriminati. Siamo tutti uguali, al di là del colore della pelle tutti possiamo commettere degli errori o fare cose buone o cattive, ma nessuno deve sentirsi libero di puntare il dito contro un altro individuo e condannarlo con violenza, ostinatamente, solo per il colore della sua pelle.

«Non è giusto, ti dico che non è giusto trattarli a quel modo. Nessuno ha il diritto di parlare a una persona in quella maniera…»

Atticus cerca di insegnare ai figli l’importanza della cultura, dei libri, della conoscenza a 360° perché spesso è proprio l’ignoranza ad uccidere.

Questo libro dallo stile semplice ma perfetto, ha donato all’autrice Harper Lee, un Premio Pulitzer nel 1960.  Sebbene sia passato qualche anno, questo romanzo rimane, per le tematiche trattate, sempre attuale. L’autrice è bravissima nel descrivere luoghi e persone.

Ora più che mai abbiamo bisogno di urlare NO al razzismo in ogni sua forma e contro ogni razza o sesso o bandiera che sia. “Il buio oltre la siepe” è un romanzo che tutti, prima o poi, dovrebbero leggere. In una parola: imperdibile!

© L’angolino di Ale – Riproduzione riservataAlessandra - L'angolino di Ale (black)

QUASI QUASI…MI SPOSO!

Cari amici, quando leggerete questo post io sarò in procinto di sposarmi! Ebbene sì! Proprio io che dicevo “matrimonio?…chi io? nooo “. Eppure alla fine ho dovuto cedere alle onde del destino e mi sono decisa a fare questo passo.

Quindi sono lieta di comunicarvi che oggi, signori e signore (e signorine!), sabato 22 giugno 2013 “L’angolino di Ale” si sposa! (date le circostanze presenzierà solo Ale…l’angolino lo lasciamo momentaneamente a casa!). Quindi L’angolino rimane mentre Ale si assenterà per un breve periodo! (giusto il tempo di togliere il vestito da sposa, infilare il costume, fare due bagni al mare, leggere qualche libro in completo relax e sarò subito di ritorno da voi!). Ma non temete, non vi lascerò orfani, in mia assenza farò lavorare WordPress e la fantastica opzione della pubblicazione posticipata! Infatti ho preparato per voi alcuni articoli e recensioni mica da ridere, quindi rimanete sintonizzati!

Per l’occasione vi propongo un libro, uscito da poco più di un mese, sul tema “amore“!

Titolo  :  Di che amore sei?

Autori:  A. Mancinelli e S. Vighi

Casa Editrice : Sperling & Kupfer

Pagine :  304

Prezzo :  16.00 €

( su Amazona 13.60€)

Trama

Ogni passione va vissuta come definitiva, salvo poi ricredersi: la dolce e seduttiva Liz Taylor non si orientava nel caos dei sentimenti, come spesso accade ai Pesci. Audrey Hepburn, da vera Toro, coltivava con totale abnegazione il calore della famiglia, a costo di subire in silenzio i tradimenti.
Nonostante l’immagine di bionda vacua, Marilyn Monroe, da perfetta Gemelli, in una relazione cercava gli stimoli intellettuali. Carla Bruni, in apparenza calcolatrice spregiudicata, è sì una Capricorno ambiziosa e infatuata del potere, ma anche una compagna leale e piena di passione. Peccato che il suo matrimonio non sia nato sotto i migliori auspici…
Ognuna di queste donne ha amato tanto, in maniera intensa e travolgente, spesso dando scandalo agli occhi del mondo. E delle stelle, che di certo non sono state a guardare, e hanno condizionato il loro modo di essere mogli, madri, amanti. Proprio come influenzano il nostro.
Il giornalista e scrittore Antonio Mancinelli e l’astrologo Stefano Vighi ci guidano in questo insolito viaggio tra zodiaco e indiscusse icone femminili: ogni segno associato a una diva di ieri o di oggi, colta in un momento chiave della propria vita affettiva. Attraverso l’analisi del suo comportamento, emergono i tratti astrologici distintivi che riguardano anche ciascuna di noi: quali relazioni ci attraggono? Che tipo di partner cerchiamo? Come seduciamo e come veniamo sedotte? Quali errori siamo predisposte a commettere e, soprattutto, quali amori ci accompagneranno? Un libro di passioni, sentimenti e magia, per l’inguaribile romantica che è nascosta dentro ogni donna.

Gli autori di questo libro ci accompagnano tra icone femminili e segni zodiacali attraverso il romantico percorso dell’amore. Al di là del segno zodiacale (io sono Acquario, ma non so se questa informazione possa interessare a qualcuno!) penso ci sia molto altro su cui lavorare in una coppia, per creare la giusta sintonia ed il giusto equilibrio. Voi di che amore siete?

Vi mando un grosso abbraccio e…fate il tifo per me oggi! (basta anche un coretto da stadio del tipo “Aleeeee oh oh…..Aleeeee oh oh” …così siete sicuri di non sbagliare!)

A presto 🙂

Ale

Le anteprime dell’angolino #2

Oggi la rubrica delle anteprime è ricca di libri freschi di stampa, usciti proprio qualche giorno fa (ed uno in uscita fra pochi giorni). Sono generi differenti fra loro e sono sicura che tra questi c’è qualcosa che vi può interessare! Il primo è un thriller dal ritmo incalzante, il secondo è un giallo-noir ed infine abbiamo un’antologia di racconti.

UTENTE ANONIMO

Autore :   Viet Etzold

Casa Editrice :  Sperling & Kupfer

Pagine:  384

Prezzo:  9,90 €

(acquistabile su Amazona 7.92 €)

uscito il 21 maggio 2013

HAI 438 AMICI SU FACEBOOK. UNO È IL NEMICO CHE TI UCCIDERÀ. IL THRILLER CHE HA RIBALTATO L’IDEA DI SOCIAL NETWORK, BESTSELLER IN GERMANIA.

«NON SEI MAI AL SICURO. NEANCHE A CASA TUA. NEANCHE AL TUO COMPUTER»

LA TRAMA 

Un serial killer imprendibile terrorizza Berlino: hacker provetto, assume false identità e diventa amico delle vittime attraverso i social network. La detective della polizia Clara Vidalis, ancora in preda al senso di colpa per non aver impedito l’omicidio della sorellina quando era solo una ragazza, è alla ricerca disperata di indizi per intuire la prossima mossa dell’assassino. Finché non capisce che il suo obiettivo è uccidere Andira, la reginetta del reality show che scandalizza l’intero Paese.

Incalzante, senza respiro, Utente anonimo ha scioccato la Germania, diventando un bestseller immediato. Un thriller che cambierà per sempre la vostra idea di social network.

L’AUTORE

Veit Eztold è nato a Brema nel 1973. Ha studiato a Oldenburg, Londra e Barcellona e ha dedicato la sua tesi di dottorato al film Matrix. Durante e dopo gli studi, ha lavorato in banca, nella consulenza aziendale e nei media. Vive a Berlino.

 

♦♦♦♦

LA LEGA DEI GENTILUOMINI ROSSI

Autrici : V. Corella e F. Soprani

Casa Editrice : Lite Editions

Prezzo :  1,99 €  (ebook)

uscito il 21 maggio 2013

È il secondo episodio della saga “Victorian Solstice” di Federica Soprani e Vittoria Corella.

(Trovate qui informazioni e trama del primo episodio della serie)

Questo libro fa parte della collana GialloNero di Lite. Le due autrici prendono a piene mani un’ambientazione vittoriana e la modellano con cura e pennellate di sensualità in un caso da risolvere.

L’ispettore Jonas Marlowe e il medium Jericho M. Shelmardine tornano in una nuova e pericolosa avventura.

LA TRAMA 

Scompaiono, uno dietro l’altro. Tutti giovani, bellissimi e con una caratteristica in comune. Se c’è una cosa che Jonas detesta sono i casi irrisolti. Se c’è una cosa che Jericho ama è aiutare Jonas a risolvere questi casi, e il viaggio da incubo parte dai quartieri bassi per salire su, fino a sfiorare la Corona D’Inghilterra.

LE AUTRICI

Federica Soprani vive a Parma, sfortunatamente per lei, in questo secolo. Scrivere le è necessario quanto respirare. E da parte di un’asmatica questa affermazione si ammanta di un pathos quasi insostenibile…

Vittoria Corella (un nome d’arte) vive a Riccione, lavora nel turismo e ha una gatta a tre zampe.

Sito della serie: www.victoriansolstice.it

♦♦♦♦

50 racconti, per 50 autori

«È difficile che la scienza e la tecnologia, nelle loro linee generali, superino la fantascienza. Ma in molti, piccoli e inattesi particolari vi saranno sempre delle sorprese assolute a cui, gli scrittori di fantascienza, non hanno mai pensato.»  
Isaac Asimov

Ed è proprio quello che ha tentato di fare la casa editrice “La mela avvelenata” con questa antologia, sfruttando l’occasione per mostrare al pubblico di lettori le tante sfumature che può assumere la fantascienza.

50 SFUMATURE DI SCI-FI

Autori :  AA. VV.

Casa Editrice : La mela avvelenata

Per maggiori info cliccate qui

in uscita il 28 maggio 2013

La prefazione di Giuseppe Lippi (curatore della nota collana Urania per Mondadori) ci mostra che anche il racconto è capace di emozionare, tanto quanto un buon romanzo.

Gli autori, selezionati dal curatore Alexia Bianchini, sono stati inseriti in un progetto e hanno liberamente scelto fra i diversi sottogeneri proposti. Tra poemi, fantascienza militare, space opera, steampunk, postumani, vi ritroverete a viaggiare con la mente attraverso la bravura e la fantasia di 50 scrittori tra cui anche volti noti nella fantascienza italiana con Urania e internazionale.

Buona domenica e buone letture a tutti!

Le anteprime dell’angolino #1

Ciao a tutti! Che ne dite di due belle anteprime? Si tratta di due libri in uscita la prossima settimana. Ve li presento subito, così durante il weekend avete tempo per rifletterci un po’ su…per poi correre a comprarli nei prossimi giorni!

LA RICETTA SEGRETA DELL’AMORE

Autrice: Beth Ciotta 

Casa Editrice: Sperling & Kupfer 

Pagine :  388

Prezzo: Euro 9,90

In uscita il :  21 maggio 2013  

Nella vita ci sono tentazioni troppo dolci per potervi resistere. Il meglio della commedia romantica: una giovane chef, l’ambiente caldo e accogliente di una famiglia allargata, semplici ricette per i cupcake e naturalmente un uomo innamorato e irresistibile…

LA TRAMA

Chloe Madison ha trent’anni, un recente passato in passerella e un diploma da chef. Peccato che abbia anche una grossa delusione d’amore da dimenticare. È l’occasione perfetta per mollare tutto – tranne i tacchi – e lasciare New York per ripartire da zero. Con una nuova vita e un nuovo lavoro a Sugar Creek, un paesino sperduto nel Vermont. Lì, tra vecchi rancori e segreti di famiglia, grazie all’anziana e bizzarra Daisy, e all’affascinante Devlin, Chloe scoprirà che alla fine l’unico ingrediente segreto di ogni ricetta è l’amore. Soprattutto per quella della felicità.

L’AUTRICE

Beth Ciotta scrive godibilissime commedie romantiche che le piace concludere con un lieto fine. Vive nel New Jersey con il marito, due cani pigri e un gatto un po’ pazzo.

♦♦♦♦

Un altro romanzo in uscita la prossima settimana dalla trama molto intrigante  è :

IL PROFUMO DEL SUD

Autrice: Linda Bertasi 

Casa Editrice: Butterfly Edizioni

Pagine :  226

Prezzo: Euro 14.00

“Il profumo del sud” è una storia di passione: quella per la terra alla quale sentiamo di appartenere e quella per la persona che siamo destinati ad amare.

LA TRAMA

Luglio 1858. Un piroscafo prende il largo dal porto di Genova verso il Nuovo Mondo. Sul ponte, Anita vede la terraferma allontanarsi e, con essa, tutto il suo passato: una famiglia alla quale credeva di appartenere, i suoi affetti, una scomoda verità. A condividere il viaggio con lei, la matura Margherita e il suo protetto, il seducente Justin Henderson. Giunti in America, Margherita convince Anita ad essere sua ospite per qualche tempo, nella sua dimora a Montgomery. La ragazza accetta, sicura di dover ripartire al più presto. A farle cambiare idea saranno le bianche colline del Sud e un tormentato amore più forte delle sue paure. All’orizzonte, l’ombra oscura della guerra civile.

L’AUTRICE

Linda Bertasi nasce nel 1978, frequenta l’istituto tecnico a Ferrara dove si diploma in indirizzo informatico. Appassionata di storia, sviluppa sin dall’infanzia una predisposizione per le materie umanistiche. Nel 2010 pubblica il suo primo romanzo “Destino di un amore” e nel 2011 “Il rifugio” secondo classificato al XXIII premio letterario ‘Valle Senio’ 2012. “Il profumo del sud” è il suo terzo romanzo.

Trovate qui la prevendita del libro “Il profumo del sud” a 11.90€

Date un’occhiata anche al booktrailer:

Book spending review #2:”Cose che nessuno sa” di Alessandro D’Avenia

20130414-145451.jpg

“Cose che nessuno sa”

Alessandro D’Avenia
Mondadori

(acquistabile su Amazon: 9.75 €)

Per il nostro secondo appuntamento con la rubrica “Book spendig review” : come ottimizzare i nostri risparmi acquistando i libri “giusti” vi propongo il libro di Alessandro D’Avenia “Cose che nessuno sa” (Mondadori) che per me è stato una piacevole scoperta.

La trama

Margherita ha quattordici anni e sta per varcare una soglia magica e misteriosa: l’inizio del liceo. Un mondo nuovo da esplorare e conquistare, sapendo però di poter contare sulle persone che la amano. Ma un giorno, tornata a casa, ascolta un messaggio nella segreteria telefonica: è di suo padre, che non tornerà più a casa. Margherita ancora non sa che affrontando questo dolore si trasformerà a poco a poco in una donna, proprio come una splendida perla fiorisce nell’ostrica per l’attacco di un predatore marino. Accanto a lei ci sono la madre, il fratellino vivace e sensibile e l’irriverente nonna Teresa. E poi Marta, la compagna di banco sempre sorridente, e Giulio, il ragazzo più cupo e affascinante della scuola. Ma sarà un professore, un giovane uomo alla ricerca di sé eppure capace di ascoltare le pulsazioni della vita nelle pagine dei libri, a indicare a Margherita il coraggio di Telemaco nell'”Odissea”: così che il viaggio sulle tracce del padre possa cambiare il suo destino.

La mia recensione

Premetto che non avevo ancora letto nulla di Alessandro D’Avenia, giovane scrittore palermitano ed insegnante di Lettere al liceo. “Cose che nessuno sa” è la sua seconda pubblicazione, dopo il romanzo d’esordio “Bianca come il latte, rossa come il sangue” dal quale è stato recentemente tratto anche un film.

Sin dalle prime pagine la lettura è risultata, nella sua sobrietà stilistica, molto coinvolgente. Margherita, una ragazzina al primo anno di liceo, subisce la perdita del padre che da un giorno all’altro decide di andare via di casa, abbandonando lei, la mamma Eleonora e il fratellino Andrea. Ciascun componente della famiglia vive questo allontanamento a modo suo. Margherita, già in ansia per l’inizio del nuovo percorso scolastico, si chiude in sé stessa e trova “rifugio” nell’armadio della mamma, nel quale si sente protetta ed al sicuro. Pian piano capirà che “chiudersi dentro” non è una soluzione e grazie alla nuova amica, Marta, ragazzina spigliata e positiva, riuscirà a ritrovare il giusto entusiasmo per ritornare a stupirsi delle piccole cose ed a colorare la vita con mille “matite colorate” (proprio come fa il piccolo Andrea nei suoi disegni, attraverso i quali fa emergere le proprie paure).

Eleonora, nonostante i timori e la sua estrema fragilità, cerca di donare tutto ciò che ha ai propri figli, pur non riuscendo ad uscire dall’angoscia causata dall’ abbandono del marito. Tuttavia la nonna Teresa, con la sua infinita pazienza e dolcezza, infonde sicurezza alla famiglia con le sue “pillole di vita” in dialetto siciliano, trasmettendo fiducia e speranza nella vita (splendidi gli intermezzi dialettali che denotano un attaccamento alle origini, da rispettare e tramandare). Grazie ai racconti ed ai ricordi della nonna, Margherita riuscirà a tracciare delle linee guida per capire cos’è l’amore. Anche la figura del giovane professore di Lettere (probabile alter ego dello scrittore stesso) sarà fondamentale per la crescita di Margherita, la quale tra sdegno e tristezza sta attraversando il difficile periodo dell’adolescenza. Anche Giulio, ragazzo enigmatico che ha attirato l’attenzione di Margherita, è un adolescente abbandonato da tutti, chiuso in una casa famiglia con la sua rabbia come unica consigliera.  Anche lui, per motivi diversi, è sospettoso di tutti ed ha poca fiducia negli altri e nella vita in generale. Il suo incontro con Margherita sarà decisivo. Il giovane prof. riuscirà a persuadere i suoi alunni attraverso le parole dell’ Odissea.  La sua profonda convinzione che la letteratura aiuta a mettere ordine tra i propri pensieri lo aiuterà far capire ai ragazzi che nella vita tutto ruota attorno alla passione, con l’unica differenza che nella vita reale non sempre riusciamo a trovare subito le risposte giuste. Margherita troverà la forza di reagire proprio grazie all’Odissea.

Alessandro D’Avenia – http://www.profduepuntozero.it

Le “cose che nessuno sa” sono tante, infinite. Sono le “cose” del cuore, quelle che spesso non riusciamo a tirare fuori, per paura di non essere capiti o perché intimamente pensiamo che sia meglio tenerli lì, al buio,  nel nostro “cassettino” interiore, sperando un giorno di incontrare qualcuno che abbia la capacità di guardare all’interno, riuscendo così a ritrovare fiducia in noi stessi, negli altri e nella vita. Così come un’ostrica che, per difendersi dal tentativo del predatore di entrare all’interno della conchiglia, costruisce intorno a sé strati di madreperla, allo stesso modo la protagonista del libro cercherà in ogni modo di “difendersi” dal dolore.

La figura del professore è decisiva e rappresenta il rinnovamento necessario per “lavare” via quello strato di “polvere” depositato nelle aule scolastiche spesso colme di alunni assopiti da letture superficiali e pensieri inutili. In questo libro viene rivalutato il ruolo della scuola e dei professori. La prima deve rappresentare un luogo in cui un giovane sia in grado di farsi delle domande e allo stesso tempo cercare di trovare le giuste risposte. Il ruolo dei professori deve infatti essere quello di riuscire a suscitare interesse , aiutando i ragazzi ad affinare i propri sensi e le proprie capacità, imparando ad amare ciò che ci circonda, al di là del (sempre e comunque importante) programma ministeriale.

In questo contesto il compito della lettura è primario. La lettura aiuta a mettere ordine tra i propri pensieri, aiuta a trovare le risposte e regala quel senso di libertà al quale ciascun individuo aspira, per poter far fronte alla “vertigine” davanti ad futuro ricco di incognite. Ci ritroviamo così, noi, davanti alle pagine di un nuovo libro o di una nuova giornata di vita, con il nostro bagaglio di incertezze e (tante) speranze.

Leggevo molto , ma dalla lettura ottieni qualcosa solo quando sei capace di mettere qualcosa di tuo in ciò che stai leggendo. Voglio dire che leggi un libro veramente solo quando è lui che ti legge, solo quando ti avvicini alle parole con l’animo disposto a ferire ed essere ferito dal dolore della lettura, a convincere ed essere convinto, e dopo, arricchito dal tesoro che hai scoperto, a impiegarlo per costruire qualcosa nella tua vita e nel tuo cuore.

© L’angolino di Ale – Riproduzione riservataAlessandra - L'angolino di Ale (black)

Book spending review #1 – “Stoner” di J. Williams …un libro con i fiocchi!

20130325-194427.jpg

Stoner

di John Williams  (Fazi Editore)

 Prezzo di copertina 17.50€  / 4.99€ in ebook

(acquistabile su Amazon  a 14.88€)



Benvenuti nella nuova rubrica “Book spending review“! No, non vi preoccupate, non parleremo di profitti e dividendi, ma solo di bilanci. Si, il nostro bilancio di letture. In questo periodo di crisi economica che bene o male ha colpito un po’ tutti, è necessario fare in modo che il nostro bilancio venga chiuso sempre in utile e che i nostri “capitali” vengano correttamente investiti, minimizzando le spese ed ottimizzando gli acquisti (di libri s’intende!) focalizzando la nostra attenzione sui “prodotti” giusti. Questa rubrica (così come tutte le altre del resto!) non avrà una cadenza periodica fissa ma verrà principalmente dettata dall’ “andamento del mercato”. Non sempre infatti ci sono nuove pubblicazioni degne di nota. Cercherò di darvi (sempre e comunque secondo il mio modestissimo parere di lettrice) qualche input di lettura su quei libri che davvero non possono mancare nella vostra biblioteca. Naturalmente anch’io aspetto qualche vostro suggerimento su libri (vecchi o nuovi) assolutamente da leggere.

Per questo primo appuntamento ho scelto un libro davvero speciale. Si tratta di “Stoner” di John Williams (Fazi Editore)

Potete leggere qui la mia recensione completa di questo meraviglioso libro.

Stoner vi conquisterà con il suo fascino discreto. Vi attirerà come una calamita dalla prima all’ultima pagina. L’autore John Williams vi terrà per mano fino in fondo raccontandovi la storia del professor Stoner. Quest’ultimo proveniente da umili origini diventa un affermato professore universitario. Nel corso degli anni Stoner dovrà combattere molte guerre: con i colleghi, con la moglie, con la vita quotidiana, e sopratutto con sé stesso. Gli interrogativi di Stoner sono tipici di ogni essere umano e queste tematiche sono trattate con “garbo” da uno scrittore dallo stile sublime ed elegante. Leggendo questo libro non potrete far altro che lasciarvi travolgere dalle emozioni sapientemente dosate da una penna decisa ed ineccepibile.

In conclusione: “Stoner” è proprio uno di quei libri che io considero….”con i fiocchi” !

Dello stesso autore Fazi Editore ha da poco pubblicato “Butcher’s Crossing“.

Qualcuno di voi lo ha già letto?

Buona lettura!